Un sano stile di vita per controllare le emorroidi

Uno stile di vita regolare, attivo, con un adeguato numero di ore di riposo ed una sufficiente attività motoria aiuta a regolarizzare le funzioni intestinali.

Una attività fisica sufficiente può essere ad esempio una passeggiata veloce di almeno 1Km assieme ad esercizi di sollevamento sulle punte dei piedi con un movimento ripetuto punta-tacco.

Chi soffre di emorroidi interne di grado elevato dovrà però evitare esercizi che comportano aumento della pressione sui muscoli addominali.

squating positionMolto importante è la corretta posizione sul water: la posizione a squat, seduti con le ginocchia leggermente più in alto del livello delle anche, aiuta a rilassare il muscolo puborettale rettilineizzando così il canale anale.

Si vengono dunque a creare le condizioni ideali per favorire la meccanica defecatoria. È inoltre fondamentale evitare di spingere ripetutamente forzando la defecazione così come passare troppo tempo seduti sul water.


Al termine della defecazione un risciacquo con acqua tiepida, aiuta a rilassare la regione anale e i muscoli sfinteriali alleviando la sensazione di tensione.

Infine, alcune buone abitudini aiutano a ridurre i sintomi:

  • lavarsi con acqua tiepida 3-4 volte al giorno utilizzando preferibilmente un sapone con PH adeguato, ne esistono di specifici acquistabili in farmacia
  • applicare impacchi di ghiaccio può aiutare a controllare il dolore nelle fasi acute di infiammazione delle emorroidi
  • evitare l’uso della carta igienica: meglio usare delle salviette umidificate che è possibile acquistare in maniera specifica
  • praticare un’attività fisica moderata per favorire la funzionalità intestinale
  • non trascurare lo stimolo ad andare in bagno trattendendolo troppo a lungo… non può che peggiorare la situazione

I pazienti con emorroidi spesso mostrano attitudini comportamentali defecatorie disfunzionali, non è chiaro se questo sia il risultato di sintomi emorroidari o contribuisca ad aggravarli, ma disturbi comuni includono: sforzo eccessivo alla defecazione, spinte continue e prolungato tempo passato sul water.

È consigliabile evitare di restare sul water troppo tempo a leggere il giornale e comunque per non più di 3-5 minuti.

I semicupi con acqua tiepida controllano l’igiene intima e in particolare dopo la defecazione aiutano a dare sollievo ai pazienti che soffrono di malattia emorroidaria, riducendo il dolore, prurito e bruciore.

 

SE HAI BISOGNO DI ALTRE INFORMAZIONI O CHIARIMENTI

Non esitare a contattarmi oppure continua a leggere gli articoli pubblicati

error: Content is protected !!