Proctologia

La proctologia detta anche colonproctologia è la branca della Chirurgia Colorettale che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie ano-rettali e patologie del pavimento pelvico

Si tratta generalmente di patologie benigne che possono essere trattate con terapie mirate oppure con interventi ambulatoriali oppure in Day Surgery.

Nella mia attività come proctologo, collaboro strettamente con urologi, ginecologi e radiologi in modo da offrire un approccio integrato dedicato.

Patologie Ano-Rettali

Per quanto riguarda le patologie dell’area ano-rettale quelle che tratto più frequentemente sono:

Patologie del Pavimento Pelvico

Per quanto riguarda le patologie del Pavimento Pelvico, quelle che tratto più frequentemente sono:

Come si svolge la visita proctologica?

Prima di tutto intervisto il paziente sulla sua anamnesi, raccogliendo il maggior numero di informazioni riguardanti la sua storia clinica e lo stile di vita.

Sono infatti importanti: alimentazione, vizio del fumo, consumo di alcol, livello di attività fisica, assunzione di farmaci storia di patologie proctologiche in famiglia.

Successivamente chiedo al paziente di descrivere la sintomatologia lamentata, tempo e modalità della sua comparsa, valutando esami eventualmente già eseguiti dal paziente.

In un secondo tempo procedo a ispezionare la parte esterna dell’ano e poi l’interno del canale anale con uno strumento chiamato: anoscopio.

Si tratta di piccolo tubo in plastica, lungo 5-6 cm e largo circa 2 cm, che permette la visione diretta del canale ano-rettale, questa procedura si chiama: ano-rettoscopia.

Proctologia, gli esami strumentali

Nel corso della visita proctologica, oltre alla ano-rettoscopia posso ritenere necessario eseguire altri esami strumentali specifici:

  • Ecografia Transanale 3D che produce immagini a 360°
  • RMN Pelvica (Risonanza Magnetica Pelvica)

Proctologia, quando fare la visita?

In proctologia la visita è utile per diagnosticare e curare patologie di carattere proctologico, tra cui emorroidi, ragadi, prolasso rettale, rettocele e altre patologie rettali.

È consigliabile sottoporsi a questo tipo di visita alla comparsa dei primi sintomi, perché questi potrebbero anche essere legati alla comparsa di una patologia tumorale.

A questa visita si possono sottoporre anche tutti i soggetti con un problema proctologico già noto per controllarne l’eventuale evoluzione.

SE HAI BISOGNO DI ALTRE INFORMAZIONI O CHIARIMENTI

Non esitare a contattarmi oppure continua a leggere gli articoli pubblicati

error: Content is protected !!